Esteri

Siria, alta tensione Usa-Russia. Mosca: "Jet americani potenziali bersagli"

Siria, alta tensione Usa-Russia. Mosca:

Secondo un comunicato diffuso dalla coalizione Inherent Resolve, quella che include decine di paesi e che è impegnata nella guerra allo Stato Islamico sia in Siria che in Iraq, l'aereo siriano sarebbe stato abbattuto perché stava attaccando i curdi siriani, cioè una parte delle forze di terra alleate agli Stati Uniti nella guerra contro l'ISIS.

Sale la tensione fra Russia e Stati Uniti dopo l'abbattimento di cacciabombardiere siriano Su-22 da parte di un F-15 della coalizione a guida americana.

In risposta all'abbattimento di quello che si presume essere un Sukhoi Su-22 siriana da parte della forza aerea USA che opera in Siria, il ministero della Difesa russo ha dichiarato che "Qualunque velivolo, inclusi i jet e i droni della Coalizione internazionale, identificato a ovest dell'Eufrate sarà seguito dai mezzi antiaerei russi, terrestri ed aerei, come bersaglio nelle aree in cui l'aviazione russa è in missione di combattimento nei cieli siriani".

Le prossime ore saranno determinanti per la diplomazia che dovrà cercare di ricomporre questa ulteriore frattura tra Russia e Usa che ormai sembrano trattare la Siria come una zona di occupazione così come era la Germania alla fine della Seconda Guerra Mondiale: nel comunicato russo infatti non si cita mai il Governo di Assad ma solamente l'Esercito Siriano come se fosse un qualsiasi alleato di second'ordine. Solo pochi giorni fa, gli americani avevano abbattuto un drone delle forze filogovernative nei pressi della base militare di al Tanf, dove sono stanziati i ribelli anti-Assad.

Abbattimento jet siriano Domenica il caccia americano F18 Super Hornet ha abbattuto un aereo dell'aviazione siriana. A quel punto, spiega Washington, si è deciso per l'intervento "nel pieno rispetto delle regole di ingaggio e come atto di autodifesa nei confronti di membri della coalizione internazionale". "La coalizione non punta a combattere con il regime siriano, la Russia o le forze pro-regime, ma non esiterà a difendere la coalizione e i suoi partner da ogni tipo di minaccia", spiegava una nota. Il pilota è dato per disperso. Secondo Teheran, "un grande numero" di miliziani sono stati uccisi nell'attacco.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato