Economia

Pensioni: Unimpresa, innalzamento a 67 anni penalizza lavoratori e aziende

Pensioni: Unimpresa, innalzamento a 67 anni penalizza lavoratori e aziende”

La nota testata giornalistica milanese del "Corriere della Sera" rivela come quella che fino ad oggi sembrava essere una delle tante ipotesi prese in considerazione dalla compagine governativa, sembra in realtà essere molto più concreta, tanto che da mesi un team di tecnici di vari ministeri - Lavoro, Tesoro e Presidenza del Consiglio - si siano adoperati per tracciare il percorso per raggiungere quello che sarà probabilmente uno dei più impopolari obiettivi raggiunto dall'attuale Governo. In questo modo anche i nati nel 1954 e 1955 potranno accedere all'Ape sociale a 63 anni di età senza dover tener conto dei futuri adeguamenti alla speranza di vita Istat portando la durata dell'indennità a 48 mesi (4 anni). Lavoratori precoci Quota 41. In particolare: 179 domande di Ape sociale e 137 domande di accesso al pensionamento anticipato per precoci.

Possono beneficiare dell'anticipo anche i lavoratori iscritti alle forme di previdenza dell'assicurazione generale obbligatoria e delle forme sostitutive ed esclusive della stessa con anzianità contributiva inferiore a diciotto anni alla data del 31 dicembre 1995.

Per tutti coloro che hanno svolto o svolgono tuttora lavori usuranti sono stati stabiliti specifici requisiti. Le news su requisiti e come inviare le domande sono stati indicati dalla circolare Inps n.100. E come per l'Ape social, la domanda per il 2017 dovrà essere presentata all'Inps entro il 15 luglio. Il cittadino può compilare la domanda sul sito www.inps.it, ovvero rivolgersi a un patronato.Eventuali istanze presentate alle Sedi territoriali prima dell'entrata in vigore del decreto attuativo non potranno essere accolte. Per l'istruttoria delle domande è stato predisposto un apposito protocollo congiuntamente dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, INPS, INAIL, ANPAL ed INL.

L'indennità è corrisposta per 12 mensilità nell'anno, fino all'età prevista per il conseguimento della pensione di vecchiaia o comunque fino al raggiungimento dei requisiti per la pensione anticipata. Ma per avere diritto all'assegno sarà necessario essere residente in Italia.

Ape social ultimissime news: la domanda di APE social all'INPS per il 2018 resta invariata per quanto riguarda la procedura, ma cambiano le scadenze.

L'Ape sociale è una misura di carattere sperimentale valida fino al 2018, Se il Governo pensasse di renderla strutturale, con l'aumento dell'età pensionabile a 67, rimarrebbe una valida soluzione per accedere prima alla pensione e ridurre gli effetti dell'ulteriore slittamento dell pensionamento.

Ricordiamo, in ogni caso, che sia l'Ape social sia la Quota 41 per i lavoratori precoci hanno effetto retroattivo e decorrono a partire dal 1° maggio 2017. Nel caso in cui le risorse finanziarie stanziate siano insufficienti rispetto al numero degli aventi diritto, la decorrenza dell'indennità e' differita dando priorità ai richiedenti più anziani.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato