Medicina

Gli obesi nel mondo sono due miliardi, aumentano anche in Africa

Gli obesi nel mondo sono due miliardi, aumentano anche in Africa”

I dati sono emersi da una recente analisi svolta da un gruppo di ricercatori Americani e pubblicata sulla rivista scientifica "New England Journal of Medicine".

Due miliardi: a tanto ammonta la quota di persone obese nel mondo. Oggi la pancia "avvolge" oltre 2 miliardi di persone nel mondo causando problemi di salute perché obese o in sovrappeso, a causa dei chili di troppo muoiono circa 4 milioni di persone, di cui il 40% sono 'solo' sovrappeso e non obese. Secondo gli autori, "i risultati documentano una crisi di salute pubblica crescente e inquietante".

L'Organizzazione mondiale della sanità ha fallito, visto che si era prefissata - entro il 2013 - l'obiettivo di frenare l'epidemia di obesità nel mondo. E difficilmente potrà essere raggiunto a breve: almeno non nei prossimi due lustri. In Brasile, Indonesia, Venezuela, Bhutan, sono triplicati gli obesi, colpa soprattutto della pessima influenza dei paesi sviluppati, che, quando si tratta di esportare cattive mode, sono sempre in prima linea. Continuando a scorrere i dati dei ricercatori, scopriamo che 600 milioni di adulti e oltre 100 di bambini superano l'indice di massa corporea di 30, che significa obesità.

Ciò che più spaventa è il peggioramento della situazione alimentare anche nei paesi in via di sviluppo, gli stessi nei quali si moriva di fame solo lo scorso decennio.

L'obesità resta tra le principali concause di malattie cardiovascolari, disturbi metabolici e decine di tumori: tiroide, esofago, stomaco, pancreas, fegato, colon-retto, seno, ovaie, utero, rene. Non possono dormire sonni tranquilli neanche quelli che rientrano nella categoria di persone in sovrappeso - indice di massa corporea tra 25 e 30.

Il Consiglio invita infine la Commissione Europea e gli Stati a fare della lotta all'obesità e al sovrappeso infantile "una priorità dell'Unione Europea", nonché, tra l'altro, a "prendere nota dell'urgente bisogno di rispondere alle nuove sfide poste dal marketing e dalla pubblicità attraverso le piattaforme on line e i social media, dove i messaggi della comunicazione sono spesso più mirati ai singoli bambini e più difficili da monitorare". Il 39 per cento dei decessi e il 37 per cento di disabilità sono stati registrati proprio tra chi è in sovrappeso. Quanto agli adulti, il record spetta all'Egitto (35%). I tassi più bassi di obesità si riscontrano invece in Bangladesh e Vietnam, rispettivamente l'1% della popolazione.La Cina, con 15.3 milioni, e l'India, con 14,4 milioni hanno il più alto numero di bambini obesi; gli Stati Uniti, con 79,4 milioni e la Cina con 57,3 milioni hanno il più alto numero di adulti obesi.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato