Medicina

Carrie Fisher: i coroner di Los Angeles rivelano la causa del decesso

Carrie Fisher: i coroner di Los Angeles rivelano la causa del decesso”

Dal verbale del coroner non è chiaro se l'uso di sostanze stupefacenti passate abbia contribuito alle cause del decesso, così come i medicinali ingeriti prima della morte. Questo è quanto ha pubblicato venerdì il medico legale di Los Angeles.

Carrie Fisher, l'attrice diventata famosa grazie a Guerre stellari, è morta sei mesi fa "a causa di un'apnea notturna e altri fattori imprecisati". "Dal mio punto di vista posso dirvi che non è una novità che Carrie prendesse medicinali".

Billie Lourd ha invece affidato le sue parole a un comunicato pubblicato da People Magazine: "Mia madre ha combattuto contro la dipendenza dalle droghe e la malattia mentale per tutta la vita". Parlava della vergogna che tormenta le persone e le loro famiglie quando devono affrontare queste malattie. Conosco mia madre, so che vorrebbe che la sua morte avesse un senso e incoraggiasse le persone a lottare per ciò in cui si crede. Cercate aiuto, combattete affinché siano stanziati fondi governativi per i programmi dedicati alle malattie mentali. Oggi i Coroner di Las Vegas hanno reso noti i risultati degli accertamenti riguardanti le cause della morte dell'attrice, spentasi il 17 dicembre 2016. La vergogna e il marchio sociale sono i nemici del progresso e quindi della cura. "Ti voglio bene, mamma".

Non è una sorpresa pensare che parte della sua salute sia stata danneggiata dalle droghe.

Alla fine degli anni ´70, l´attrice aveva iniziato a fare uso di droghe ed era finita in overdose a 28 anni, scoprendo in quel periodo di essere affetta dal disturbo bipolare.

Secondo Todd Fisher, il cuore di sua sorella è stato indubbiamente danneggiato dall'uso costante di sigarette e farmaci.

Che dire, una vita davvero al limite e spesso oltre, che ha portato Carrie Fisher ad una prematura scomparsa. I medici hanno fatto il miglior lavoro possibile per curare la malattia mentale. "Senza le medicine, probabilmente se ne sarebbe andata molto prima".



Сomo è

Ultimo




Raccomandato