Medicina

Botulino nel cibo di casa, due ragazzi in rianimazione

La notizia è stata resa nota dalla direzione sanitaria dell'Azienda ospedaliera, con un comunicato in cui spiega che al loro arrivo in pronto soccorso "in presenza di un quadro clinico severo, i sanitari avevano avviato le necessarie terapie, anche per conoscere le cause dell'intossicazione alimentare". I due ragazzi hanno avuto avuto gravi malori nel corso della notte, tra terribili dolori di stomaco e nausea.

Due ragazzi di 21 e 27 anni, studenti universitari a Perugia, sono ricoverati in condizioni disperate nel reparto di rianimazione dell'ospedale Santa Maria della Misericordia dalla mattinata di oggi.

Due studenti fuori sede iscritti all'Università di Perugia sono in gravi condizioni, dopo aver mangiato del cibo conservato male, probabilmente delle conserve, forse fatte in casa. Adesso i due studenti sono ricoverati in prognosi riservata, e sarà necessario attendere ulteriori aggiornamenti. Stando a quanto riferiscono le cronache locali uno dei due sarebbe stato anche vittima di un arresto cardiaco. La causa è il botulino, una proteina neurotossica prodotta da un batterio (il Clostridium botulinum), tra le più pericolose che possono contenere gli alimenti, in grado di avvelenare una persona fino a portarla, nei casi più gravi, alla morte. I test eseguiti hanno dato esito positivo, riguardo ad un'intossicazione da botulino.



Сomo è

Ultimo




Raccomandato